Stephen King può essere considerato un "classico"?

Ospite

Stephen King può essere considerato un "classico"?

Messaggioda Ospite » lun apr 09, 2007 6:48 am

Mi son trovato a dover rispondere a questa domanda in classe e, a dire il vero, non sapevo nemmeno cosa rispondere su due piedi: avevo idee ma erano confuse. Troppo per persuaderla.
Adesso la ripropongo a voi, dicendo quello che dicono Le Garzantine Della Letteratura, una delle migliori enciclopedie del tema. King era considerato narrativa di consumo, ma ora è in atto una rivalutazione. Non si spinge oltre, ma io trovo che per certi versi King possa essere considerato classico. Se non altro perchè approfondisce ciò che avviene l\'animo umano come pochi sanno fare. E se a questo, che trova la sua apoteosi nel La Storia Di Lisey,l aggiungiamo che, spesso, ci offre un preciso ritaglio di un certo periodo storico, non posso non considerarlo tale.

Ospite

Re: Stephen King può essere considerato un "classico&qu

Messaggioda Ospite » lun apr 09, 2007 10:05 am

Guarda se posso esprimere la mia personalissima opinione ti dico che molta gente oggi come oggi dice che King è un classico per due motivi:
1)sono dei fan come noi, e quindi lo consideri Classico (per tutti i temi che affronta con magnificenza, per lo stile, .....per tutte quelle cose che ce lo fanno amare)
2)all\'inizio pensavano che fosse solo uno "sfornatore di libri commerciali" ma poi avendo visto quanta gente e con quanta passione lo si segue da più di ventanni, convengono con il dire che è un Classico, sennò ci fanno la figuraccia (pensando ancora in cuor loro che sia solo uno che sforna libri!)

Ospite

Re: Stephen King può essere considerato un "classico&qu

Messaggioda Ospite » lun apr 09, 2007 10:10 am

-_-

tutto quello che è nuovo prima o poi diventa classico.....

uno che ha scritto una ottantina di libri.....
uno che di qualsiasi cosa pubblichi dopo 5 mesi c\'è un film....
uno che ha incoraggiato una nuova era di scrittori
uno che ha fatto tremare te, tuo padre e farà tremare tuo figlio....

come vuoi che non diventi un classico....

ps. il fatto che scrive da dio non lo metto, poi è troppo... :D

Ospite

Re: Stephen King può essere considerato un "classico&qu

Messaggioda Ospite » lun apr 09, 2007 10:23 am

Credo perchè, al di là della "trama" di ogni romanzo che, a chi legge la sinossi senza aver aperto il libro, può apparire "solo" un horror, in realtà c\'è sempre un\'analisi profonda di sentimenti e condizioni dell\'animo umano. E quelle, nonostante il passare degli anni, fanno e faranno sempre parte dell\'uomo.

E\' per questo che anche Carrie (tanto per fare un esempio di romanzo che ha + di 30 anni) è sempre attuale: basta vedere gli ultimi scandali sul bullismo nella scuola.....

Ospite

Re: Stephen King può essere considerato un "classico&qu

Messaggioda Ospite » lun apr 09, 2007 10:30 am

Quoto in pieno lady_luna.
Certi temi delle opere di King sono universali e imperituri. Il rapporto genitori-figli, la malattia, la morte, il lutto, l\'amore, sono questioni presenti in ogni espressione veramente artistica dell\'uomo. Non si tratta di scrivere avvincenti romanzi, come può essere un giallo o un thriller, che per quanto ben scritti e belli, alla fine non lasciano niente se non il piacere di aver letto una buona storia. King lascia ben altro, riflessioni o spunti di riflessione, e si stampa nell\'anima come un marchio a fuoco...questo è un Classico :)

Ospite

Re: Stephen King può essere considerato un "classico&qu

Messaggioda Ospite » mar apr 10, 2007 4:42 pm

ise quello che hai detto e\' semplicemente magnifico!

Ospite

Re: Stephen King può essere considerato un "classico&qu

Messaggioda Ospite » mar apr 17, 2007 9:15 am

non tutti i grandi scrittori del passato sono stati considerati tali sin da principio.... pensate a quanti scrittori (per esempio, Poe) sono morti di stenti e ora... :)

King è ottimo scrittore (tra alti e bassi) ma sopratutto è un grande affarista ed è riusciuto a sfruttare il proprio talento, a farlo fruttare economicamente... a differenza degli altri, ha saputo sfruttare le opportunità che l\'epoca contemporanea offre... io sono sicurissima che tra 20 anni, king sarà ammesso nei testi di letteratura americana! (se già non c\'è...uhm..dovrei controllare!)

Ospite

Re: Stephen King può essere considerato un "classico&qu

Messaggioda Ospite » mar apr 17, 2007 9:29 am

io sono sicurissima che tra 20 anni, king sarà ammesso nei testi di letteratura americana! (se già non c\'è...uhm..dovrei controllare!)


Speriamo!!!

Anche se temo che in letteratura, come nel cinema e nella musica, spesso vengano definite "di qualità" solo le opere che non hanno alcun riscontro commerciale. Si segue il dogma : Chi vende bene non è un\'artista; come se, per piacere al grande pubblico "ignorante", bisognasse solo produrre spazzatura ( Sottolineo che questa non è un\'opinione che condivido :D )

Ospite

Re: Stephen King può essere considerato un "classico&qu

Messaggioda Ospite » mar apr 17, 2007 9:34 am

Si segue il dogma : Chi vende bene non è un\'artista; come se, per piacere al grande pubblico "ignorante", bisognasse solo produrre spazzatura ( Sottolineo che questa non è un\'opinione che condivido :D )


Beh, Dickens vendeva e pure molto con le sue opere pubblicate settimanalmente... c\'è sempre speranza!! :wink:

Ospite

Re: Stephen King può essere considerato un "classico&qu

Messaggioda Ospite » mar apr 17, 2007 10:17 am

king può essere definito un classico della letteratura horror perchè tutti quelli a cui fai il suo nome conoscono almeno un suo testo o una sua opera; per quanto riguarda la critica e il grande pubblico io seguo sempre una piccola massima: quando la critica elogia un film o un libro stai pur certa che a metà film ti addormenti come minimo e il libro sarà una delusione unica perchè non tutti hanno comunque gli stessi gusti . Io quando compro un libro non seguo mai ciò che è la critica perchè se un libro mi attira è solo ed esclusivamente perchè è il mio genere. :rulez:

Ospite

Re: Stephen King può essere considerato un "classico&qu

Messaggioda Ospite » mer lug 11, 2007 5:17 pm

Forse questa osservazione può essere utile alla discussione.

Ed McBain nell\'introdurre
Le Voci delle Cose (nella collana Deviazioni) scrive:

"Un paricolare che non viene mai sottolineato - e forse neanche capito - è che King ha avviato da solo l\'evoluzione del romanzo popolare moderno... ha saputo infondere realismo nella narrativa di genere..."

Che ne pensate? Il contributo che sta dando King alla narrativa di genere può fare in modo che diventi/o sia già (?) un classico?

Ospite

Re: Stephen King può essere considerato un "classico&qu

Messaggioda Ospite » mer lug 11, 2007 7:16 pm

Solitamente per classico si intende qualcosa che si imponga come modello agli altri, non solo un autore/romanzo che spiani la strada ai contemporanei e ai successori.
E\' un punto di riferimento, generalmente riconosciuto (anche se in minima parte), per tutta la letteratura di genere. Ci sono casi in cui poi un\'opera diviene un classico e presa come modello per generi che sono diversi o all\'opposto.. (è il caso per esempio di Sterne, un autore che ha stravolto l\'illusione di realtà del romanzo, mettendone in evidenza gli artifici, i giochi, caricando al massimo e minuziosamente ogni descrizione e ogni caratterizzazione fino all\'assurdo-ossessivo.. che è stato amato da Balzac, colui che ha portato di prepotenza il realismo sulla scena europea ... Oddio.... spero solo che il mio prof non guardi questa descrizione, altrimenti gli verrebbero quattro infarti multipli concatenati!).
Alla luce di questo, King è un classico?
io non trovo ancora risposta, perché di autori contemporanei che si pongano verso la sua opera con un senso quasi di riverenza non ne conosco, probabilmente più per mia ignoranza che per altro.

Ospite

Re: Stephen King può essere considerato un "classico&qu

Messaggioda Ospite » gio lug 12, 2007 8:59 pm

Così, Boz secondo te è ancora troppo presto per poter definire King un classico, anche se ha spianato la strada ai suoi contemporanei infondendo realismo nel genere horror? Forse si, anche se ormai ha una carriera trentennale alle spalle.....
Anche se non è ancora un classico King è pur sempre un fenomeno letterario che lascerà il segno.


Torna a “Curiosità  e varie”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron