Come convincere un profano a leggere Stephen King

Ospite

Re: Come convincere un profano a leggere Stephen King

Messaggioda Ospite » gio mar 22, 2007 3:49 pm

A questo punto sorge spontanea una domanda: ma il tuo collega cosa legge?

devo dire che quello c\'ha na bella capoccia, è unoi che legge tanto, e soprattutto testi impegnati, di viaggi, politica.... ma credo anche Romanzi....

comunque è una persona superbia, scontrosa, saccente e antipatica......non voglio che gente come lui legga Mr.king....

Ospite

Re: Come convincere un profano a leggere Stephen King

Messaggioda Ospite » ven mar 23, 2007 5:32 pm

A parte tutto, mi piace credere che siano in pochi a leggere King.(malgrado non sia così).
Se tutti leggessero King,probabilmente non lo sentirei così "intimo".
Insomma è come andare ad un concerto:sicuramente riempire lo stadio è un cosa magnifica,ma assistere ad un concerto nei piccoli "club",rende più intimo il rapporto.
Boh..magari ho detto una cazzata :wink:

Ospite

Re: Come convincere un profano a leggere Stephen King

Messaggioda Ospite » ven mar 23, 2007 6:04 pm

Boh..magari ho detto una cazzata

nono, hai detto parole sante amico................. parole sante....

Ospite

Re: Come convincere un profano a leggere Stephen King

Messaggioda Ospite » ven mar 23, 2007 6:56 pm

... probabilmente non lo sentirei così "intimo".



Però se ci hai fatto caso ognuno di noi ha un suo King personale: c\'è chi ne apprezza un romanzo, chi un altro. a qualcuno piace il lato più horror, altri ne prediligono quello più squisitamente intimista, altri quello realista e via dicendo.
E\' un autore talmente versatile da fare in modo di soddisfare ogni aspettativa dei suoi Fedeli Lettori... non per nulla è il RE!!!
:wink:

Ospite

Re: Come convincere un profano a leggere Stephen King

Messaggioda Ospite » dom apr 08, 2007 8:48 pm

io comunque sono dell\'idea che per far provare a conoscere il Re a un profano,la cosa migliore sia cercare di toglierli quell \'etichetta che tutti i non Fedeli Lettori danno a King ovvero " quello che scrive romanzi horror"..detto come se scrivesse di splatter e basta. superato questo scoglio la curiosità del profano diventa più forte...letto il primo libro o rimane affascinato dalla grandezza del Re o no ( che poi non so come non si riesca a non rimanere affascinati dalla sua scrittura...ma qua sono già OT...).

Ospite

Re: Come convincere un profano a leggere Stephen King

Messaggioda Ospite » mer giu 06, 2007 8:36 pm

Secondo me o è amore a prima vista o niente...
ricordo ancora la prima volta che ho letto un libro di King...Pet sematary...fui affascinata dalla copertina - ero a casa di una mia amica e il libro era in bella vista su una mensola - e le chiesi di prestarmelo... lo divorai in 4 giorni(un record per me a quei tempi)
Ma se non te ne innamori da solo/a è difficile che ti si inculchi in testa questa passione...

Ospite

Re: Come convincere un profano a leggere Stephen King

Messaggioda Ospite » ven giu 08, 2007 11:18 am

forse ho convinto la mia amica a leggere Il Miglio Verde!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Le sto facendo leggere Dracula e le è piaciuto così tanto che adesso si fida di me!!

Ospite

Re: Come convincere un profano a leggere Stephen King

Messaggioda Ospite » sab giu 09, 2007 12:36 pm

Cercare di convincere un profano non è il modo migliore per farlo avvicinare ad un autore come Stephen King, almeno, posta così la domanda mi fa pensare a qualcuno che non ne vuole sapere di fare qualcosa e a qualcun altro che vuole in un certo senso imporglielo.
Io credo che che proporrei a questo ipotetico "profano" libri come Dolores Claiborne o Stagioni diverse, che fanno parte della produzione meno "orrorifica" di King; tra l\'altro da questi libri hanno tratto bei film, penso a Le ali della libertà, a L\'ultima eclissi, a Stand by me, e questa cosa potrebbe incuriosire il neofita ad avvicinarsi a questo autore così tanto etichettato come il Re dell\'horror e anche per questo snobbato da molti.

Ospite

Re: Come convincere un profano a leggere Stephen King

Messaggioda Ospite » mer giu 20, 2007 12:53 pm

qualcuno che non ne vuole sapere di fare qualcosa e a qualcun altro che vuole in un certo senso imporgli


Beh non sono d\'accordo!

Il punto è che la domanda si pone dal momento che molti ritengono King uno scrittore "horror per ragazzi", e molte volte si sente la tipica frase "ma perchè leggi questa roba?"....quindi viene spontaneo chiedersi come poter convincere un profano, che parla dunque senza motivazioni di sorta, a leggere King!.

E messa come dici tu potrebbe essere anche il contrario....imporsi e impuntarsi a non leggerlo solo perchè "in giro dicono così".... :mrgreen:

Ospite

Re: Come convincere un profano a leggere Stephen King

Messaggioda Ospite » mer giu 20, 2007 1:02 pm

[cut]...



... molti ritengono King uno scrittore "horror per ragazzi", ... [cut]
E messa come dici tu potrebbe essere anche il contrario....imporsi e impuntarsi a non leggerlo solo perchè "in giro dicono così".... :mrgreen:


Ossignore :shock: !!! Uno scrittore horror per ragazzi è la prima volta che lo sento :shock: ... mah... non si finisce mai di imparare :mrgreen: ...

Ospite

Re: Come convincere un profano a leggere Stephen King

Messaggioda Ospite » mer giu 20, 2007 1:06 pm

Uno scrittore horror per ragazzi è la prima volta che lo sento


Essì Piru....troppe volte me lo son sentito dire....!
Da gente ottusa ovviamente! :mrgreen:

Ospite

Re: Come convincere un profano a leggere Stephen King

Messaggioda Ospite » ven giu 22, 2007 8:37 am

E\' una cosa un po\' difficile, perché King purtroppo è uno scrittore molto commerciale. Tutto questo non dipende molto da lui, ma questo gioca molto sul giudizio dei lettori...

Diciamo che il "lettore di bestseller", cioé la signora che si prende il libro appena uscito perché ha visto la pubblicità e le vetrine piene a Natale, generalmente non prende King perché "è macabro e l\'horror non mi piace...Ho preso piuttosto il Codice Da Vinci"... Insomma, commerciale ma non per tutti, perché ci sono boiate (come il succitato codice) che stravendono ma sono "normali" (polizieschi, avvocati in prima linea, antico Egitto, amore...)

Invece il lettore "colto" lo snobba proprio perché commerciale. Se fai la fila alla cassa della libreria con "Chtistine la macchina infernale" sotto il braccio vali la metà di quello che fieramente se ne va a pagare "Il maestro e Margherita" di Bulgakov o le poesie di Ferlinghetti... E non so perché, visto che a mio avviso ci sono moltissimi scrittori i cui romanzi sono piacevoli, snelli e "leggeri" quanto quelli di King, ma hanno avuto la fortuna di essere apprezzati dai "colti" (per dirne un po\' a caso: Umberto Eco nei suoi romanzi è stratosferico, a parte ne Il Pendolo di Foucault che è troppo filosofico, i personaggi vivono come per King; Victor Hugo è per me lo StephenKing dell\'ottocento per la capacità di raccontare storie e farti affezionare anche lui ai suoi personaggi; di Gunther Grass ho letto soltanto due romanzi ma sono fantastici, intricati e lunghi e mi hanno ricordato molto la complessità dei "romanzoni" kinghiani, a parte l\'ambientazione europea in tempi di nazismo e guerra mondiale; Pirandello e King nei racconti, sono molto simili: le situazioni che dalla realtà passano all\'assurdo, con personaggi che devono sbrigarsela un po\' improvvisando; e per ultimo metterei Orwell, perché secondo me 1984 potrebbe benissimo essere scritto da King, lo stile è simile e se la politica permea tutto ed è l\'allegoria portante del libro, in realtà la storia parla di un paio di personaggi e a quelli ci si affeziona... sì, Orwell è il più King di tutti, qua...)

Insomma, si dovrebbe introdurre un neofita "commerciale" spiegando che non è soltanto horror quello che scrive King, e un neofita "snob intellettualone" spiegandogli che i suoi classici probabilmente sono tanto "leggeri" quanto king... o perlomeno hanno lo stesso interesse per raccontare una storia senza troppe sovra-strutture...


Torna a “Curiosità  e varie”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

cron